Contenuto principale

Messaggio di avviso

Contenitori per bevande in bioplastica riciclabileTutti conosciamo la plastica, o meglio, le plastiche, regine degli imballaggi. Negli ultimi anni se ne è aggiunta una nuova categoria, quella delle bioplastiche, impiegata soprattutto per realizzare prodotti di uso quotidiano, come i sacchetti della spesa riutilizzati per la raccolta dell’umido, le reti per la frutta, i piatti, i bicchieri e le coppette per il gelato.

Le strade di questi due imballaggi si separano al momento del loro conferimento nei contenitori della raccolta differenziata, perché diversa è la filiera del riciclo che li attende.
Gli imballaggi in plastica vanno conferiti nel sacco viola, gli imballaggi in bioplastica, essendo biodegradabili e compostabili vanno invece conferiti con la frazione organica dei rifiuti.

Dagli imballaggi in plastica raccolti e riciclati si ottiene materia prima “seconda” con cui realizzare nuovi manufatti.
Dal riciclo degli imballaggi in bioplastica biodegradabile e compostabile si ottiene il compost, terriccio utile per la fertilità del suolo.
C’è bisogno della collaborazione di tutti per evitare sprechi.

Come si riconosce la bioplastica?
Da questi loghi:

Loghi delle bioplastiche

Mentre le plastiche riciclabili sono queste:

Loghi delle plastiche