Contenuto principale

Messaggio di avviso

♦Descrizione

Requisiti

♦Adempimenti e modulistica

♦Normativa

 

 

Descrizione

Per attività nel settore artigianale non alimentare si intende la produzione e la vendita di beni nei locali di produzione.

Di seguito sono riportate le principali attività del settore:

Cucitrice di pelletteria
Assembla le parti tagliate e/o montate di un prodotto di pelletteria e realizza il modello richiesto, utilizzando tecniche di cucitura, seguendo il ciclo di lavorazione previsto e gli standard qualitativi stabiliti.

Maglierista
Garantisce la produzione di un capo di maglieria, utilizzando i macchinari e i telai idonei al tipo di prodotto da realizzare, monitorandone l'attività ed il corretto funzionamento.
Provvede alle operazioni di finissaggio (lavaggio e stiratura) e di rifinitura del capo (occhielli, ricami, applicazioni, ecc.) secondo le indicazioni fornite dalla scheda prodotto e in linea con i criteri qualitativi stabiliti dall'azienda in cui opera.
Controlla la qualità del prodotto finito e confeziona il capo secondo le indicazioni stabilite dal committente.

Sarto (artigianale)
Si occupa di tutte le operazioni relative alla produzione di capi/abiti su misura o in serie ridotta, a partire dalla selezione dei tessuti e del modello, al taglio delle stoffe fino alla completa realizzazione del capo.

Autotrasportatore
Conduce un veicolo provvedendo al trasporto merci, a cui è preposto il mezzo. Guida autocarri o autoarticolati, trasporta la merce a destinazione e provvede alla manutenzione ordinaria del mezzo. Si occupa, talora, anche delle attività accessorie al servizio di trasporto merci, quali acquisizione cliente, rilevazione di trasporto, acquisizione della documentazione di trasporto, trattamento e protezione del carico in ottemperanza della normativa che regola il trasporto in base alla tipologia delle merci (materiali infiammabili, esplosivi, alimenti).

Operatore alla lavorazione dei metalli
Realizza manufatti in metallo, utilizzando opportuni macchinari e attrezzature, attraverso le diverse operazioni di lavorazione dei metalli (stampaggio, punzonatura, trafilatura, piegatura) in base alla documentazione tecnica predisposta e secondo gli standard definiti.
Può essere specializzato in una delle predette lavorazioni. Per svolgere la sua attività utilizza strumenti manuali e vari tipi di macchinari di cui effettua la manutenzione ordinaria.

Cesellatore
Realizza un oggetto di oreficeria sulla base di un disegno utilizzando le tecniche artistiche di sbalzo e di cesello.
Realizza manualmente, su oggetti metallici duttili e prevalentemente nobili, quali l'oro e l'argento, ma anche bronzo, ottone e rame, forme artistiche e decorazioni per produrre oggettistica di vario tipo (vasellame, oggetti di arredo, sculture, nature morte, soggetti sacri).
Lo sbalzo ed il cesello, antiche tecniche decorative dei metalli senza asportazione di materiale, sono adoperati quasi sempre in combinazione.
Lo sbalzo, solitamente eseguito dalla parte dell'oggetto più nascosta alla vista, crea volumi attraverso una deformazione ottenuta con appositi ferri smussati.

Calzolaio
Crea o ripara calzature di vario tipo. Può utilizzare diverse qualità di cuoio, vari tipi di pelle naturale, gomma, materiali sintetici, sughero, stoffe sintetiche e naturali. Le nuove tecnologie nel campo dei materiali e dei macchinari permettono di eseguire la maggior parte dei lavori a macchina e di ridurre i tempi di attesa di produzione e riparazione.

Falegname
Lavora il legno per la fabbricazione e riparazione di mobili, infissi ed altre suppellettili.
In passato il lavoro del falegmane era associato quasi esclusivamente al lavoro in bottega o in piccole aziende artigiane.
La crescente specializzazione nel settore della lavorazione del legno ha portato alla formazione di specifiche figure professionali, quali: esperto della lavorazione del legno, falegname, tecnico di falegnameria e stipetteria, ebanista, intagliatore, tecnico dell'industria del mobile e dell'arredamento, corniciaio.

Impiantista termoidraulico
Si occupa della progettazione, realizzazione e collaudo di condutture per l'acqua e per il gas, di impianti sanitari, collettori solari, pompe di calore, impianti di recupero, piscine ed impianti di deumidificazione. Inoltre progetta e realizza impianti centralizzati di riscaldamento, impianti di depurazione dei gas di scarico, di ventilazione e di combustione, installa bruciatori a gasolio e a gas, caldaie, rubinetterie, scaldabagni e dispositivi per lo scarico delle acque piovane. Conosce il disegno di impianti termici e idraulici, la resistenza dei materiali e le sollecitazioni meccaniche cui sono soggetti gli organi delle macchine a fluido.

Tappezziere
Realizza tendaggi, tappezzerie e imbottiti. Predispone rivestimenti per ricoprire e imbottire divani, poltrone, sedie e altri articoli di arredamento. Taglia i materiali di lavoro, esegue la sagomatura dei pezzi per le imbottiture, fabbrica e fodera imbottiture, assembla i sistemi di molleggiamento, realizza e monta tende da interno e da esterno, predispone e applica elementi decorativi (balze, passamanerie e inserti).
L'attività del tappezziere consiste nella realizzazione di nuovi prodotti e/o nella riparazione e nella messa a nuovo di prodotti usurati e danneggiati.

Fotografo
Riproduce immagini di situazioni e ambienti mediante macchina fotografica. Parte dallo studio dell'ambientazione (sfondo, luci, eventuale disposizione di oggetti e persone), scatta le fotografie e si occupa delle successive fasi di sviluppo e stampa. Seleziona le fotografie migliori e prepara un eventuale album o servizio fotografico.
Oltre alla macchina fotografica tradizionale o digitale e i relativi accessori deve essere in grado di operare con i sistemi d'illuminazione, con gli strumenti di laboratorio per lo sviluppo e la stampa e con le principali attrezzature e supporti informatici utili allo svolgimento della professione.
Nella sua attività è presente una dimensione artistica, costituita dalla realizzazione di un prodotto artistico, e talvolta una dimensione artigiana, qualora il fotografo si occupi direttamente dello sviluppo delle fotografie e, più in generale, delle attività di laboratorio.

Grafico pubblicitario
Si occupa della progettazione e realizzazione grafica di marchi (o logotipi), di immagine coordinata (biglietti da visita, carta da lettere, busta, modulistica varia), di packaging (veste grafica dei prodotti, etichette, confezioni, imballaggi), di progettazione editoriale (impaginazione di cataloghi, giornali, riviste, depliant), di manifesti e pubblicità sui punti vendita.

Montatore cinematografico e televisivo
Realizza il montaggio di immagini in movimento riprese dal vivo (corto, lungometraggio, video) o di immagini-disegni (film di animazione, cartoni animati) allo scopo di garantire la continuità narrativa ed un ritmo adeguato al prodotto da realizzare.
Il montatore collabora con varie figure coinvolte nella produzione, in particolare con il regista a cui compete, insieme al committente e al produttore, l'approvazione definitiva del montato.

 

 

Requisiti

Per svolgere l'attività sopra descritta occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti morali:

  • assenza di cause ostative elencate nell'art. 71 del D.LGS. 59/2010
  • assenza di cause ostative elencate nell'art. 67 del D.LGS. 159/2011

Requisiti soggettivi:

  • Essere iscritti al registro imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Presupposti e ulteriori requisiti specifici:

  • Possedere dei locali di produzione in regola con la normativa in materia igienico-sanitaria;
  • Essere in regola con la normativa in tema di emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs 152/2006 s.m.i

 

 

Adempimenti e modulistica:

Per l'avvio o la modifica dell'attività senza impatto ambientale occorre presentare:

  • SCIA Modello A;
  • Scheda 4;
  • Planimetria dei locali in scala non inferiore a 1:100 (indicare per ogni locale, destinazione d'uso, superficie, altezza, operazioni che vi si svolgono);
  • Relazione tecnica contenente descrizione del ciclo produttivo e tecnologico;
  • Ricevuta di versamento diritti sanitari di € 34,00;
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Permesso di soggiorno (se necessario).

Per l'avvio o la modifica dell'attività con impatto ambientale occorre presentare:

  • SCIA Modello A;
  • Scheda 4;
  • Scheda 5;
  • Planimetria dei locali in scala non inferiore a 1:100 (indicare per ogni locale, destinazione d'uso, superficie, altezza, operazioni che vi si svolgono);
  • Relazione tecnica contenente descrizione del ciclo produttivo e tecnologico;
  • Ricevuta di versamento diritti sanitari di € 34,00;
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Permesso di soggiorno (se necessario).

Per il subentro nell'attività occorre presentare:

  • SCIA Modello B;
  • Atto di cessione o dichiarazione notarile;
  • Ricevuta di versamento diritti ASL di € 34,00;
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Permesso di soggiorno (se necessario).

Per la cessazione dell'attività occorre presentare:

  • SCIA Modello B;
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Permesso di soggiorno (se necessario).

N.B.: in caso di conferimento dell'incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della SCIA ad opera di un intermediario, occorre allegare obbligatoriamente il modello di procura sottoscritto con firma autografa.

 

PAGAMENTO DIRITTI, IMPOSTE E ONERI:

L'importo da pagare ammonta a € 34,00 per diritti ASL. Il pagamento deve essere effettuato con bollettino di conto corrente postale n. 10222222 intestato a ASL di Lecco.

SANZIONI:

L'amministrazione, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione( trenta in caso di scia edilizia), adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall'amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni. È fatto comunque salvo il potere dell'amministrazione competente di assumere determinazioni in via di autotutela, ai sensi degli articoli 21-quinquies e 21-nonies. In caso di dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorietà false o mendaci, l'amministrazione, ferma restando l'applicazione delle sanzioni penali, nonché di quelle di cui al capo VI del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, può sempre e in ogni tempo adottare i provvedimenti in autotutela.

MEZZI DI RICORSO:

  • per l'interessato: impugnazione degli eventuali provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli effetti
  • per i terzi: secondo quanto disposto dall'articolo 19, comma 6-ter della legge 241/90, la segnalazione certificata di inizio attività, la denuncia e la dichiarazione di inizio attività non costituiscono provvedimenti taciti direttamente impugnabili. I terzi possono sollecitare l'esercizio delle verifiche spettanti all'amministrazione e, in caso di inerzia, esperire esclusivamente l'azione di cui all'art. 31, commi 1, 2 e 3 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Autorità cui proporre il ricorso: Tribunale Amministrativo Regionale territorialmente competente.

 

 

Normativa

  •  La normativa per questa attività non é presente