Contenuto principale

Messaggio di avviso

♦Descrizione

Requisiti

♦Adempimenti e modulistica

♦Normativa

 

 

Descrizione

VENDITE DI LIQUIDAZIONE:

Sono considerate vendite di liquidazione quelle vendite effettuate dal negoziante al fine di eliminare, in breve tempo, tutte le proprie merci, a seguito di:
cessazione dell'attivita' commerciale;
trasferimento in gestione o cessione in proprietà di azienda;
trasferimento dell'azienda in altro locale;
trasformazione o rinnovo dei locali.
Tutte le vendite di liquidazione possono essere effettuate in qualunque periodo dell'anno (tranne quelle per rinnovo locali che non possono essere effettuate nei 30 gg antecedenti i saldi nonchè in ogni caso dal 25 novembre al 31 dicembre) e per un lasso di tempo che varia a seconda della circostanza per la quale tale forma straordinaria di vendita viene richiesta.
 
VENDITE DI FINE STAGIONE (SALDI):
 
Le vendite di fine stagione sono vendite aventi ad oggetto prodotti non alimentari di carattere stagionale o di moda (suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un breve periodo di tempo o entro una data stagione), effettuate dal negoziante al fine di esaurire le proprie merci nel piu' breve tempo possibile.
 
VENDITE PROMOZIONALI:
 
Le vendite promozionali sono effettuate dall'operatore commerciale al fine di promuovere la vendita di uno, più o tutti i prodotti della gamma merceologica, applicando sconti o ribassi sul prezzo normale di vendita.
 
VENDITE SOTTOCOSTO:
 
Si intende per vendita sottocosto la vendita al pubblico di uno o piu' prodotti effettuata ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto maggiorato dell'imposta del valore aggiunto e di ogni altra imposta o tassa connessa alla natura del prodotto e diminuito degli eventuali sconti o contribuzioni riconducibili al prodotto medesimo purchè documentati, secondo la definizione contenuta nell'articolo 15, comma 7, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114.
 
N.B.: in tutte le vendite straordinarie è fatto obbligo di indicare il prezzo normale di vendita iniziale e lo sconto o il ribasso in percentuale; è data facoltà indicare il prezzo di vendita praticato a seguito dello sconto o ribasso.
E' vietato indicare prezzi di natura diversa di quella espressamente prevista dalla norma.
 
 

Requisiti

VENDITE DI LIQUIDAZIONE:

Il negoziante puo' avvalersi di tale forma straordinaria di vendita solamente in presenza di una delle seguenti circostanze e per il periodo massimo di seguito indicato:
cessazione dell'attività (cioè chiusura definitiva del negozio): massimo 13 settimane. Il titolare dell'attività, per un periodo di almeno 6 mesi successivi alla vendita di liquidazione, non può aprire un nuovo esercizio dello stesso settore merceologico nei medesimi locali;
cessione dell'azienda (a seguito di vendita, affitto, successione, ecc...): massimo 13 settimane;
trasferimento dell'esercizio in altri locali: massimo 13 settimane;
trasformazione o rinnovo dei locali: massimo 6 settimane e per una sola volta in ciascun anno solare. L'operatore commerciale ha l'obbligo di chiusura dell'esercizio per un periodo pari a 1/3 della durata della vendita di liquidazione e, comunque, non inferiore a 7 giorni decorrenti dalla cessazione del periodo di liquidazione.
 
VENDITE DI FINE STAGIONE (SALDI):
 
Le vendite di fine stagione possono essere effettuate, tenuto conto delle consuetudini locali e delle esigenze del consumatore, soltanto in 2 periodi dell'anno, della durata massima di 60 giorni ciascuno, determinati dalla Giunta Regionale.
La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2667 del 14.12.2011 ha determinato le date di decorrenza delle vendite di fine stagione nel modo seguente:
per i saldi invernali, il 5 gennaio di ogni anno;
per i saldi estivi, il primo sabato del mese di luglio.
 
VENDITE PROMOZIONALI:
 
Con esclusione dei generi alimentari, dei prodotti per l'igiene della persona (che non comprendono profumi e cosmetici) e per l'igiene della casa, non possono essere effettuate vendite promozionali durante il periodo dei saldi e nei 30 giorni antecedenti, nonchè in ogni caso dal 25 novembre al 31 dicembre.
 
VENDITE SOTTOCOSTO:
 
Le vendite sottocosto devono comunicate al Comune dove è ubicato l'esercizio almeno 10 giorni prima dell'iniizo e possono essere effettuate solo tre volte nel corso dell'anno solare; ogni vendita sottocosto non puo' avere una durata superiore a 10 giorni ed il numero delle referenze oggetto di ciascuna vendita sottocosto non puo' essere superiore a 50.


Adempimenti e modulistica:

 
VENDITA DI LIQUIDAZIONE:
 
Per effettuare la vendita di liquidazione occorre presentare:
  • Comunicazione di liquidazione, esente da bollo;
  • SCIA Modello A (solo in caso di trasferimento dell'attività in altri locali o di trasformazione/rinnovo dei locali);
  • SCIA Modello B (in caso di cessazione dell'attività o di subingresso);
  • Scheda 1 (solo in caso di SCIA Modello A);
  • Scheda 2;
  • Autorizzazione al commercio eventualmente in possesso (in caso di subingresso, cessazione attività, trasferimento dell'attività in altri locali);
  • Titolo edilizio oppure allegare dettagliata descrizione della natura effettiva dell'intervento per lavori di minore entità quali per esempio tinteggiatura, sostituzione di arredi, riparazioni o sostituzione di impianti (in caso di trasformazione/rinnovo dei locali);
  • Documento d'identità del titolare dell'attività;
  • Permesso di soggiorno (solo per extracomunitari).
VENDITA DI FINE STAGIONE (SALDI):
 
Per effettuare la vendita di fine stagione non occorre presentare alcuna comunicazione allo Sportello Unico.
 
VENDITA PROMOZIONALE:
 
Per effettuare la vendita promozionale non occorre presentare alcuna comunicazione allo Sportello Unico.
 
VENDITA SOTTOCOSTO:
 
Per effettuare la vendita sottocosto occorre presentare:
  • Comunicazione di vendita sottocosto, esente da bollo, da presentare almeno 10 giorni prima dell'evento;
  • Documento d'identità del titolare dell'attività;
  • Permesso di soggiorno (solo per extracomunitari).

 

N.B.: in caso di conferimento dell'incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della SCIA ad opera di un intermediario, occorre allegare obbligatoriamente il modello di procura sottoscritto con firma autografa.

 

 

Normativa

  • D.Lgs 31 marzo 1998 n. 114, art. 15;
  • L.R. 2 febbraio 2010, n. 6;
  • D.P.R. 6 aprile 2001, n. 218