Contenuto principale

Messaggio di avviso

♦Descrizione

Requisiti

♦Adempimenti e modulistica

♦Normativa

 

 

Descrizione

Per vendita diretta di prodotti agricoli s'intende l'attività esercitata dagli imprenditori agricoli, singoli o associati, iscritti nel registro delle imprese di cui all'art. 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, che vendono direttamente al pubblico, in tutto il territorio della Repubblica, i prodotti provenienti in misura prevalente dalla propria azienda agricola, osservate le disposizioni vigenti in materia di igiene e sanità.

L'attività può essere svolta:

  • sul luogo di produzione;
  • in forma itinerante;
  • in locali aperti al pubblico diversi dal luogo di produzione o sotto forma di commercio elettronico.

Alla vendita diretta disciplinata dal decreto legislativo n°228/2001, continuano a non applicarsi le disposizioni di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, in conformità a quanto stabilito dall'articolo 4, comma 2, lettera d), del medesimo decreto legislativo n. 114 del 1998.
Qualora, l'ammontare dei ricavi derivanti dalla vendita dei prodotti non provenienti dalle rispettive aziende nell'anno solare precedente sia superiore a 160.000 euro per gli imprenditori individuali, ovvero a 4 milioni di euro per le società, si applicano le disposizioni del citato decreto legislativo n. 114 del 1998.

La disciplina di cui al D. Lgs. n°228/2001 si applica anche nel caso di vendita di prodotti derivati, ottenuti a seguito di attività' di manipolazione o trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici, finalizzate al completo sfruttamento del ciclo produttivo dell'impresa

 

Requisiti

Requisiti soggettivi:

Possesso dei requisiti morali previsti dall'art. 4, comma 6 del D. Lgs. n°228/2001 e dal D.P.R.n°252/1998(antimafia) ed iscrizione al Registro Imprese presso la CCIAA competente, con la qualifica di imprenditore agricolo.

Requisiti oggettivi per l'esercizio dell'attività:

Nel caso di attività esercitata presso immobili, gli stessi devono possedere i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari, e rispettare eventualmente le vigenti disposizioni in materia di vigilanza antincendi.

 

Adempimenti e modulistica:

Per l'avvio o la modifica dell'attività nel luogo di produzione oppure in luogo diverso da quello di produzione, ovvero in locali aperti al pubblico, occorre presentare:

  • SCIA Modello A;
  • Scheda 2;
  • Planimetria dei locali in scala non inferiore a 1:100 (SE la vendita viene effettuata in locali aperti al pubblico);
  • Ricevuta di versamento diritti ASL di € 34,00;
  • Documento d'identità del dichiarante.

Per l'avvio o la modifica dell'attività in forma itinerante occorre presentare, al comune del luogo ove ha sede l'azienda di produzione, la seguente documentazione:

  • SCIA Modello A;
  • Scheda 2;
  • Richiesta di assegnazione di posteggio isolato (SOLTANTO per vendita al dettaglio su aree pubbliche mediante l'utilizzo di posteggio);
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Ricevuta di versamento diritti ASL di € 34,00.

Per svolgere il commercio su aree pubbliche dietro concessione di posteggio è necessario munirsi della relativa autorizzazione.

Per il subentro nell'attività occorre presentare:

  • SCIA Modello B;
  • Scheda 2;
  • Atto di cessione o dichiarazione notarile;
  • Documento d'identità del dichiarante;
  • Ricevuta versamento diritti ASL di € 34,00.

Per la cessazione dell'attività occorre presentare:

  • SCIA Modello B;
  • Documento d'identità del dichiarante.

N.B.: in caso di conferimento dell'incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della SCIA ad opera di un intermediario, occorre allegare obbligatoriamente il modello di procura sottoscritto con firma autografa.

 

PAGAMENTO DIRITTI, IMPOSTE E ONERI:

L'importo da pagare ammonta a € 34,00 per diritti ASL.

Il pagamento deve essere effettuato con bollettino di conto corrente postale n. 10222222 intestato a ASL di Lecco.

 

Normativa

  • Decreto Legislativo 18 maggio 2001 n. 228 - Orientamento e modernizzazione del settore agricolo (art. 4) .